A SCRIBA C’E’ IL PRONTO SOCCORSO NARRATIVO: UN PUNTO DI ASCOLTO PER SCRITTORI IN DIFFICOLTA’

October 31, 2013 § Leave a comment

ProntoSoccorsoNarrativoUn punto di ascolto per chi desidera confrontarsi con professionisti del settore per cercare di migliorare, modificare o sviluppare la propria storia. Nasce a Bologna il Pronto Soccorso Narrativo, uno spazio dedicato a narratori in difficoltà.  Realizzato da Associazione Culturale Finzioni grazie al sostegno di Fondazione Unipolis, e con la collaborazione del Comune di Bologna – Settore Sistema Culturale, Giovani e Università, il Pronto Soccorso Narrativo aprirà i battenti, in via sperimentale, all’interno di Scriba, il festival dedicato alle scritture di mestiere che si terrà sotto le Due Torri dall’8 al 10 novembre.

Per due giornate (venerdì 8 e sabato 9 novembre) il PSN sarà ospitato all’interno della piazza coperta di Biblioteca Salaborsa, in piazza Nettuno 3, dove i volontari dell’Associazione Finzioni (i migliori ex allievi e ora collaboratori di Bottega Finzioni) metteranno a disposizione del pubblico la propria esperienza per ascoltare e provare ad affrontare ogni tipo di problema narrativo. Verrà offerta la massima collaborazione per cercare, attraverso un confronto diretto con gli autori, di superare piccoli e grandi difficoltà di chi magari deve ultimare un racconto, è alle prese con una sceneggiatura di un cortometraggio che proprio non lo convince o non riesce a trovare il finale adatto per il suo romanzo.

“Chi inventa storie sa bene che il confronto con gli altri è fondamentale, soprattutto attraverso il racconto della storia a cui si sta lavorando – spiega Michele Cogo, ideatore del PSN e membro dell’Associazione Finzioni – Raccontare la propria storia agli altri aiuta a capirla e a scriverla meglio. A questo dovrebbe servire il nostro Pronto soccorso. Sono contento che un’iniziativa del genere abbia trovato il sostegno della città, sia nella sua componente pubblica che privata. Ora vediamo se i cittadini ne usufruiranno e come”.

“Mi fa davvero piacere che Scriba ospiti questo esperimento durante i primi due giorni del festival – aggiunge Piero Di Domenico, direttore artistico della kermesse dedicata alle scritture di mestiere -. Scriba è nato proprio per avvicinare mondi che difficilmente si incontrano, come chi fa già un determinato mestiere e chi magari spera di poterlo fare in futuro, quindi con un’idea di socialità e di comunicazione che mi sembra sia alla base anche di questa idea. Sono davvero molto curioso di vedere cosa succederà e che afflusso ci sarà”.

“Come Fondazione Unipolis sosteniamo volentieri l’originale iniziativa del Pronto Soccorso Narrativo, perché costituisce un modo intelligente di aiutare chi si sta cimentando con la scrittura e la narrazione – aggiunge Walter Dondi, direttore della Fondazione Unipolis –  Questo inedito Pronto Soccorso è del resto coerente con l’impostazione formativa che unisce apprendimento e creazione, propria di Bottega Finzioni e che Unipolis sostiene fin dall’inizio. La cultura rappresenta un fattore decisivo sia per l’affermazione delle aspirazioni individuali che per la crescita sociale e civile della comunità e del Paese”.

Conclusa questa prima fase sperimentale, a partire dagli inizi del 2014 il Pronto Soccorso Narrativo, grazie alla collaborazione del Comune di Bologna – Settore Sistema Culturale, Giovani e Università,  si trasferirà stabilmente all’interno della Reale Farmacia Toschi, in via San Felice 89, dove verrà allestito uno apposito spazio in cui i narratori in difficoltà potranno incontrare e confrontarsi con il personale del Pronto soccorso. Una scelta non casuale visto che, storicamente, la farmacia è sempre stata un luogo dove la gente si recava per chiedere un consiglio o un suggerimento, centrando così a pieno lo spirito che muove il Pronto Soccorso Narrativo. “Abbiamo aderito con molto favore a questa iniziativa, perché crediamo che sia un modo per poter condividere e far vivere alla città uno dei suoi spazi storici, l’antica Spezieria dei vasi Fink con le rose rosse – spiegano Achille e Tullia Gallina Toschi titolari, assieme alla sorella Ilaria Bruzzi, della Reale Farmacia Toschi – D’altronde crediamo che l’attenzione alla cultura, alla narrazione, al metodo, alla cura, trovi giusta dimora tra le affascinanti e misteriose iscrizioni latine che raccontano proprio di salute e soccorso. La farmacia è sempre stata un luogo di ‘affido’, dove oggi si può trovare un farmaco, una preparazione galenica, un integratore, un controllo rapido o un consiglio autorevole attinente alla salute. Ecco perché siamo davvero felici di ospitare il Pronto soccorso narrativo tra questi antichi arredi, accoglienti e preziosi, che vorremmo così rendere fruibili ai bolognesi e a chi è in visita alla città”.

COME FUNZIONA

Il Pronto Soccorso Narrativo, realizzato grazie al sostegno della Fondazione Unipolis,  è un servizio totalmente gratuito e rivolto a tutti, al quale si accede su appuntamento telefonico chiamando il numero 327.4008628 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13, oppure inviando una mail all’indirizzo info@prontosoccorsonarrativo.it.  Il PSN non è un servizio di editing, né una casa editrice e nemmeno un’agenzia letteraria: quindi non sarà possibile leggere romanzi o sceneggiature, se non molto brevi. Il personale del Pronto Soccorso si limiterà ad ascoltare le storie per poi provare, insieme agli autori, a farle funzionare meglio dal punto di vista narrativo, ovvero, dal punto di vista della trama.

Durante Scriba, il festival dedicato alle scritture di mestiere in programma dall’8 al 10 novembre a Bologna, il Pronto Soccorso Narrativo sarà ospitato all’interno di Biblioteca Salaborsa,  dove il pubblico avrà a disposizione un volontario dell’Associazione Finzioni a cui sottoporre i propri dubbi narrativi e provare insieme a risolverli, sempre attraverso il dialogo e il confronto. L’orario di apertura del PSN sarà in linea con quello della Biblioteca:  venerdì 8 novembre, dalle 10 alle 20, e sabato 9 novembre, dalle 10 alle 19.

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.prontosoccorsonarrativo.it

DALLE INGIURIE ALLE RICETTE: TORNANO I CONTEST DI ‘SCRIVI A SCRIBA’

October 17, 2013 § Leave a comment

ContestRiparte la caccia ai talenti della scrittura. In occasione della seconda edizione di Scriba, il festival dedicato alle scritture di mestiere che si terrà a Bologna dall’8 al 10 novembre, torna “Scrivi a Scriba”, il contest riservato a scrittori esordienti o emergenti che abbiano voglia di mettersi in mostra e dialogare con i professionisti dello scrivere.

Quest’anno saranno due le sezioni di riferimento proposte dal festival per provare a sviluppare idee, spunti e soggetti inediti che abbiano come riferimento le scritture di mestiere, in tutte le sue forme. Oltre ai contest letterari (musica, teatro, cinema, bambini e ragazzi, oroscopi e cucina) ci sarà anche una sezione interamente dedicata ai video, dove i partecipanti potranno realizzare dei brevi filmati che abbiano come tema centrale le ingiurie e i venditori d’opere d’arte. Per partecipare bisognerà inviare tutto il materiale entro e non oltre il 3 novembre 2013 collegandosi al sito www.scribafestival.it oppure mandando una mail all’indirizzo  info@scribafestival.it.

Per i contest “letterari” gli interessati dovranno scrivere e inviare o un testo di una canzone inedita (Musica), oppure provare a confezionare una storia per bambini o ragazzi che abbia come protagonista un personaggio di fantasia. Per partecipare alla categoria Teatro, sarà necessario realizzare il testo di un monologo, mentre per il Cinema un soggetto cinematografico adatto ad un film italiano. Le novità di questa sezione riguardano, invece, due scritture di mestiere spesso sottovalutate, ma che negli ultimi anni stanno riscuotendo grande successo di pubblico: la cucina e gli oroscopi. Per la prima categoria bisognerà scrivere e raccontare una ricetta culinaria in modo da esaltarne i sapori e le caratteristiche e farla “gustare” a chi la legge, mentre per partecipare alla selezione degli oroscopi sarà necessario inventare un nuovo segno zodiacale e descriverne le caratteristiche.

Per i video-contest, invece, le categorie saranno due: una avrà come comune denominatore il tema delle ingiurie, l’altra il mondo dei venditori d’opere d’arte. Per quanto riguarda le ingiurie, i partecipanti dovranno realizzare un video in cui si dovranno creare dei nuovi insulti e offese inedite, nel rispetto della sensibilità delle persone e del comune senso del limite. Per partecipare alla seconda categoria, invece, sarà indispensabile presentare delle immagini in cui si prova a vendere un qualsiasi oggetto di uso comune, che magari tutti possiedono in casa, cercando di convincere il pubblico che si tratta di un’opera d’arte contemporanea. Per entrambe le categorie la lunghezza massima dei video consentita sarà di 30 secondi.

Alla fine, all’interno di ogni categoria, verranno selezionati tre soggetti e i rispettivi autori saranno invitati a uno degli appuntamenti del festival dove il materiale verrà presentato e giudicato in pubblico dagli ospiti della festival. Solo uno però, alla fine, si aggiudicherà il contest e avrà la possibilità di assistere ad alcuni lezioni magistrali organizzate da Bottega Finzioni con professionisti del settore, all’interno delle sette aree del laboratorio di narrazione fondato a Bologna da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi e Michele Cogo: fiction, non fiction, letteratura, teatro, produzioni per ragazzi, videogame e fumetto.

Per leggere e scaricare il regolamento dell’iniziativa “Scrivi a Scriba” basta collegarsi al sito www.scribafestival.it. Tutto il materiale dovrà essere inviato entro e non oltre il 3 novembre 2013, mentre i nomi dei selezionati verranno resi noti entro il 7 novembre 2013.

Where Am I?

You are currently viewing the archives for October, 2013 at ScribaFestival.